Il progetto

IMG_0547
Tania Incerti – Presidente Cooperativa Sociale La Buona Terra

Siamo una cooperativa che si occupa di agricoltura sociale. Offriamo ai giovani in condizioni di particolare disagio socio-economico una concreta e reale opportunità di inserimento lavorativo, attraverso percorsi specializzati di crescita personale e genitoriale in un contesto formativo “green” ed ecosostenibile. Il progetto è strutturato per accogliere otto giovani beneficiari in condizioni di difficoltà personale, economica e lavorativa (disabili, donne e uomini, richiedenti asilo), che sono formati ed inseriti in cooperativa attraverso tirocini esperienziali della durata variabile da tre a sei mesi ciascuno. Il nostro staff educativo si occupa di creare dei percorsi individuali di autonomia personale, che portano i giovani candidati a diventare diretti protagonisti del loro riscatto sociale, acquisendo tutte quelle conoscenze scientifiche necessarie per la coltivazione del terreno e la gestione di un’impresa agricola. Abbiamo scelto il nome “La Buona Terra” perché sull’insegnamento evangelico della parabola del seminatore vorremo che questa nuova attività sociale portasse frutto, soprattutto per i beneficiari del progetto, in un’ottica di rinascita professionale e di sviluppo di un cammino verso la piena autonomia di vita.

Leggi l’articolo uscito sulla Gazzetta di Reggio (5 Maggio 2016)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *